Quanto tempo impiegano i pazienti per prendere una decisione?

pebbles-balance-smallDecidere di sottoporsi a un intervento al naso non è come scegliere la borsa giusta per la nuova stagione. I pazienti impiegano anni per decidere di sottoporsi a interventi estetici: secondo un sondaggio condotto da DPAGC (società tedesca di chirurghi estetici), l’85,6% delle donne impiega più di un anno. Questo periodo decisionale prolungato ha conseguenze di vasta portata per i dottori.

Cercare, cercare
I pazienti impiegano mesi se non addirittura anni a raccogliere informazioni da varie fonti. Chiedono agli amici e cercano qualsiasi cosa capiti loro sottomano online, ad esempio leggono articoli di riviste o guardano video su Internet. Noteranno un manifesto pubblicitario, visiteranno il vostro sito Web e leggeranno i post nei forum per scoprire cosa dicono di voi gli altri pazienti. Tutto questo influirà sulla decisione del paziente di rivolgersi a voi per un consulto e sulla vostra capacità di conquistare la loro fiducia. In passato, i pazienti chiedevano consiglio a un amico, cercavano nelle Pagine gialle e si presentavano per una visita, ma quei tempi sono solo un ricordo. Oggi i pazienti iniziano dai motori di ricerca, che mostrano 10 risultati sulla prima pagina. Anche quando troveranno il vostro sito Web, continueranno a cercare informazioni indipendenti su di voi, inclusi recensioni e feedback di pazienti precedenti.

Fare progressi
Il tipo di informazioni cercate dai pazienti dipende dalla fase del processo decisionale in cui si trovano. Queste fasi includono il rifiuto (non desiderano sottoporsi a chirurgia plastica), la paura, il dubbio, seguiti dalla speranza e dalla scelta di un chirurgo e un intervento specifici.

Dove entrate in gioco
I pazienti cercano informazioni sull’intervento e sui diversi dottori nella maggior parte di queste fasi. Non desiderano contattarvi perché non sono pronti. La maggior parte delle agenzie che lavora con i chirurghi plastici non prende in considerazione questo aspetto nelle sue strategie di marketing. Anche l’impatto delle attività di marketing viene spesso interpretato in modo sbagliato: solo perché un paziente vi contatta dopo aver fatto clic su una determinata pubblicità non significa che il suo contatto sia merito della pubblicità in sé. Il fatto è che i pazienti vi contattano in base a svariate informazioni provenienti da molteplici fonti raccolte per un lungo periodo di tempo.

Niente scorciatoie
Quando si analizzano le operazioni da eseguire per ottenere più pazienti, non dimenticate che i pazienti impiegano molto tempo a decidere, esaminare una grande quantità di informazioni su dottori e interventi e a verificare i risultati delle loro ricerche utilizzando molteplici fonti. La pubblicazione online di risorse formative per i pazienti è un ottimo modo per migliorare la vostra reputazione. Consentendo ai pazienti di condividere recensioni sui vostri servizi vi renderà più credibili agli occhi di altri pazienti.

Estheticon CXO and Founder

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*